Nessuna categoria

Progetto Selinunte

Progetto Selinunte
Logistica e cultura

Un’iniziativa piemontese per promuovere il turismo in Sicilia. è stata realizzata da Transnova, la grande impresa vettorile e di logistica torinese utilizzata anche dal Consorzio Nord Ovest

È  da  qualche anno che  sulle strade circolano  mezzi di trasporto  (autopullman, tram, tir e altri ancora) completamente  rivestiti da immagini pubblicitarie. L’obiettivo, utilizzando  queste innovative  tecniche  decorative, è di comunicare in modo diretto e brillante un prodotto, un marchio o un servizio. E se si utilizzassero queste grafiche per pubblicizzare una località, un luogo o un pezzo del grande patrimonio culturale del nostro paese?  È ciò che è venuto in mente ad un attento e sensibile imprenditore che opera da tanti anni nella logistica. Il progetto muove da un’idea molto semplice: portare a conoscenza siti e località storicamente e culturalmente importanti e purtroppo a torto ancora  poco conosciuti. 
Così è nata l’iniziativa “Sulle strade della cultura” un simpatico connubio fra  mezzi in movimento (tir)  e  cultura. La prima iniziativa grafica del progetto, che ha  ottenuto il patrocinio della città siciliana di Castelvetrano, è la rappresentazione  dell’importante sito di Selinunte (il più vasto parco archeologico d’Europa) realizzata su numerosi autotreni della società Transnova voluta e finanziata dal suo presidente, Scirè Francesco, legato alla sua terra d’origine e a capo di una delle grandi imprese vettorili che il Consorzio Nordovest utilizza per il servizio di consegna delle merci ai punti di vendita delle cooperative. Migliaia di chilometri sulle strade con immagini piacevoli e importanti  che richiamano l’attenzione su una parte interessante, bella e positiva dell’Italia e della Sicilia in particolare.  
L’iniziativa ha anche un’altra faccia che va sottolineata ed è stata messa in risalto nell’incontro avvenuto nella sala consigliare del comune di Castelvetrano, presenti tutte le autorità, in cui è emerso il bisogno di riscatto dei giovani che respingono con forza  l’immagine della criminalità mafiosa praticata o comunque tollerata da tutti i siciliani solo perché nati in questa regione. Anche per questo il progetto può avere una sua utilità: aiutare i castelvetranesi  a sentirsi cittadini italiani in una regione normale, nella legalità con prospettive per il futuro. L’iniziativa ha avuto il sostegno e il riconoscimento di istituzioni, associazioni, cooperative come la Celid e imprenditori. Apprezzamenti  e importanti momenti celebrativi sono stati organizzati nell’ambito di manifestazioni regionali sia in Piemonte che in Sicilia con impliciti e opportuni  riferimenti all’Unità d’Italia.
Sono già circolanti sei fra autotreni e motrici e altri saranno allestiti nei prossimi mesi fino ad arrivare ad una ventina di furgoni serigrafati con le splendide  immagini di Selinunte.  Una bella esperienza  di sensibilità civile e democratica.

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;