Nessuna categoria

Olio d’oliva, il re del gusto mediterraneo



Il re del gusto mediterraneo

Olio d’oliva: un prodotto tipico della nostra cultura gastronomica, non poteva mancare un impegno Coop per la qualità

 

L’olio d’oliva vanta conclamate proprietà positive per il nostro benessere: ricco di antiossidanti combatte l’invecchiamento, la sua preziosa composizione di acidi grassi monoinsaturi aiuta a mantenere bassi i livelli di LDL (il colesterolo cattivo), mentre non diminuisce i livelli di HDL (il colesterolo buono), per non parlare del contenuto di vitamine A, D e in particolare la E.

Proprietà conosciute e riconosciute dai consumatori italiani, l’80% dei quali lo consuma e lo preferisce agli altri oli di semi. Secondo Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) in Italia ogni anno utilizziamo quasi 700 mila tonnellate di olio d’oliva, soprattutto extravergine e vergine, per un consumo pro capite intorno ai 13 kg. Siamo anche fra i maggiori produttori con le nostre 613 mila tonnellate di olio prodotto nel 2008, dalle 350 varietà (cultivar) di olive italiane. Ben 38 sono gli oli Dop (denominazione di origine protetta) e Igp (indicazione geografica protetta) italiani.

Gli oli vergine ed extravergine di oliva sono gli unici oli vegetali che arrivano al consumo senza avere subito trattamenti di raffinazione, ma con una lavorazione solamente meccanica, sono infatti estratti per semplice spremitura delle olive, seguita da decantazione e chiarificazione, due passaggi che servono a togliere le impurità.

Non poteva certo mancare un impegno preciso di Coop su un prodotto tipico della cultura alimentare italiana quale l’olio extravergine. L’attività del settore oli a proprio marchio di Coop Italia è rivolta al presidio di due aspetti fondamentali: tracciabilità del prodotto e controllo analitico. Per il primo aspetto è stato predisposto e messo a punto negli anni un disciplinare di produzione per l’olio extra vergine di oliva che delimita le procedure e le relative verifiche. E tutto il sistema produttivo è certificato da BVQI. Il disciplinare di produzione fra Coop e i propri fornitori prevede una valutazione igienico sanitaria degli impianti, la certificazione Iso 9001 delle aziende (Sistemi di gestione per la qualità), la check-list dei frantoi coinvolti nella produzione oltre alla verifica strutturale e di conduzione degli impianti, sistema che permette di monitorare la tracciabilità del prodotto. Ai fornitori è richiesto il controllo analitico sul 100% delle materie prime in ingresso, sul 100% della miscela o lotto e un controllo periodico sul prodotto finito. Coop da parte sua controlla e verifica ulteriormente le bottiglie a fine produzione. Gli standard richiesti ai fornitori del prodotto a marchio sono più restrittivi delle norme di legge, per quello che riguarda l’acidità per esempio nelle specifiche Coop è richiesto un valore di 0,5 (% in acido oleico), contro lo 0,8 di legge. Un valore di acidità così basso indica una qualità migliore e impedisce tagli con oli di basso pregio.

Nella prossima campagna si andrà ad un altro passo della tracciabilità, per arrivare alla verifica del prodotto fino al campo. In questo modo si completa il processo e si traccia anche la rispondenza del prodotto consegnato al frantoio da parte delle aziende agricole: dalla pianta d’ulivo allo scaffale del supermercato.

Queste le garanzie che caratterizzano i prodotti Coop olio extravergine 100% italiano prodotto con olive coltivate in Italia, extravergine Mediterraneo (da olive italiane, greche e spagnole), extravergine da agricoltura biologica sempre prodotto con olive coltivate in Italia, olio novello Coop “Nuovo raccolto” ancora un prodotto tutto italiano che vede l’utilizzo di sole olive del primo raccolto dell’anno in corso.

A marchio Fiorfiore ci sono poi oli sempre certificati per standard qualitativi, ma ciascuno con peculiari caratteristiche sensoriali e di provenienza delle olive: il tipico Toscano IGP, il tipico Terre di Bari DOP, l’olio extravergine da olive di varietà Taggiasca (Liguria), l’olio Dop Colli Martani (Umbria), dop Val di Mazara (Sicilia).

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;