Nessuna categoria

La relazione dell’Antitrust: “Serve più concorrenza”


La relazione dell’Antitrust

“Serve più concorrenza”


 

A sollecitare incisive politiche di apertura dei mercati è stata la relazione annuale del presidente dell’Autorità antitrust, Antonio Catricalà. In questi anni, ha detto Catricalà “iI processo di liberalizzazione è stato altalenante e contraddittorio: in alcuni settori si sono ottenuti risultati significativi; in altri si sono incontrati gravi ostacoli. Nel complesso l’opinione pubblica non sempre ha avuto modo di percepire i benefici delle riforme”. Intanto “l’Italia patisce, dal 2000, tassi di crescita del Pil inferiori a quelli della media dei paesi Ocse e Ue. La quota delle nostre esportazioni si riduce e gli investitori esteri non considerano attrattivo il Paese”. Per Catricalà “i costi degli input produttivi sono più alti della media europea: 28% in più per l’energia elettrica, 6% in più per i fidi, 100% per la responsabilità civile automobilistica. L’adeguamento dei costi a quelli dei nostri vicini darà respiro all’industria; consentirà prezzi più bassi; renderà probabile l’aumento dei consumi delle famiglie. Perchè ciò accada è necessario iniettare nel sistema dosi massicce di concorrenza”.

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti