Nessuna categoria

Ecco il fitness fatto in casa

Il fitness fatto in casa

Cyclettes e tapis roulant poi spin bike e attrezze per addominali:
guida alla palestra fai da te

Gli italiani in casa restano tradizionalisti e per tenersi in forma comprano ancora tapis roulant e soprattutto cyclette (i meno giovani) o spin-bike e attrezzi per gli addominali (i più giovani). Le televendite continuano a influenzare gli acquisti. E questo nonostante il richiamo di attrezzi e mode provenienti dagli States.
A dirlo sono le grosse aziende che operano nel settore, lambito ma non messo in ginocchio dalla crisi. L’home fitness (allenamento da casa) consente libertà sui tempi e un buon risparmio economico rispetto alla palestra, sempre che si abbiano costanza e fantasia per supplire alla mancanza del traino dato dal gruppo e dall’istruttore (trainer). Il che tuttavia è un po’ meno vero da quando è esploso il fenomeno delle console con i controller di movimento che abbinano il gioco all’attività fisica: i videogiochi che girano su Play Station, Wii, XBox, infatti, propongono non solo la simulazione dei più diffusi sport da praticare davanti a uno schermo, ma anche veri e propri programmi di allenamento (Wii-fit il più conosciuto) con il teacher e livelli crescenti di difficoltà a fare da stimolo. Sono loro la vera novità, almeno per chi sa usare la tecnologia, a cavallo tra i videogiochi e l’home fitness vero e proprio. Quest’ultimo propone attrezzi relativamente nuovi come il Vipr (un semplice tubo di gomma vuoto, disponibile in 7 pesi diversi) per esercizi di tipo militare, o già noti come le panche ad inversione che promettono (metodo Asgard) benefici posturali e persino più centimetri in altezza.
Sopra il tappeto. Premesso che il fitness mira al benessere psico-fisico in un quadro di buona salute e non alla riabilitazione terapeutica (nel qual caso è d’obbligo passare dal fisioterapista), e che un check-up dal medico curante è sempre utile, vediamo come scegliere un tapis roulant da casa. I prezzi sono abbordabili, a differenza dei modelli da palestra costuiti per lavorare tutto il giorno, i quali richiedono svariate migliaia di euro. I tappeti "domestici" possono essere magnetici o elettrici. I primi si muovono senza motore, i secondi spinti da un motore che può essere di varia potenza: sotto i 2 cavalli fornisce velocità di 14 Km e un’inclinazione del 10%, a 2 cavalli una velocità di 16-18 Km e il 12% di inclinazione. Esiste anche la sottocategoria degli elettrici con regolazione soltanto manuale del grado d’inclinazione: presentano lo svantaggio di dover scendere dal nastro e una ridotta scelta delle posizioni. Nei tappeti di fascia superiore troviamo, inoltre, la rilevazione della masa grassa, i comandi anche sul corrimano e lo speaker per l’ascolto della musica in mp3. Funzioni che si aggiungono a quelle base già presenti nei prodotti di primo prezzo, come la rilevazione del battito cardiaco e i programmi di allenamento. Inoltre i tapis roulant più recenti sono dotati di sistemi di ammortizzazione per assorbire l’impatto del piede e limitare i carichi su caviglie, ginocchia e schiena.
In sella alla bici. Ancora più dei tapis, il mercato vede la crescita delle cyclette che dai 50 anni in su risultano le più vendute. Ad apprezzarle è un pubblico prevalentamente femminile. L’elemento fondamentale è il volano, che determina la pedalata e che nelle bici più evolute è attraversato da una pedivella smontabile in tre parti (utile in caso di rottura). Tutte hanno la regolazione dello sforzo a 8 o più livelli, alcune la sella spostabile in orizzontale, le più sofisticate il wireless. Ma più importante è la fascia cardio per controllare i battiti del cuore.
Più tecnica e decisamente più giovanile è la spin-bike, dove si pedala anche in piedi e la sella non è delle più comode. Uscita dalle palestre di spinning, è entrata nelle case e la si può trovafre facilmente nei negozi della grande distribuzione, compresa Coop. Ma se si vuole individuare una tendenza, questo è un momento d’oro per il crunch, o meglio l’easy crunch, gli addominali agevolati da conchiglie e tubolari che aiutano a non nuocere alla schiena in fase di salita, ma anche a fare meno fatica e dunque a tonificare i muscoli in un periodo di tempo maggiore.
Il parco attrezzi, ampio e variegato, comprende inoltre l’ellittica (non troppo amata dagli italiani), il vibromassaggiatore (un evergreen) e la mini-stepper elettrica (in ascesa). Cos’è? Una sorta di pedaliera che aiuta la circolazione sanguigna. Davanti a un computer, almeno le gambe sono sempre in movimento. 

le mani sul portafogli
• tapis roulant magnetici: a partire da 150-200 euro
• tapis roulant elettrici: a partire da 300 euro
• cyclette: da 100 a 250 euro
• spin-bike: da 200 a 300 euro
• ellittica: da 200 a 300 euro
• vibromassaggiatore: intorno ai 160-200 euro
• mini-stepper elettrica: 100 euro
• accessori per Pilates, Yoga, ecc. come anelli, palle, tappetini: poche decine di euro
I prezzi sono indicativi e soggetti alle variazioni del mercato   
  



Claudio Strano

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti