Nessuna categoria

Da dicembre tassi ancora più remunerativi

 

Da dicembre tassi ancora più remunerativi
Entrate in vigore le nuove norme antiriciclaggio

Dal 15 dicembre, il Prestito sociale è ancora più conveniente: sono cresciuti ancora, infatti, i tassi di remunerazione dei libretti dei soci, in aumento costante durante tutto il 2011. Per le somme fino a 2.500 euro l’interesse è ora dell’1% lordo (0,80% netto), con un incremento dello 0,20%; per i depositi tra i 2.500 e i 15.000 euro il rendimento ammonta invece all’1,50% lordo (1,20% netto), con una crescita dello 0,50%; per gli importi fino a 33.580 euro, infine, il tasso è salito al 2,50% lordo (2,00% netto), con un aumento, anche qui, dello 0,50%.
Anche per il Prestito sociale, poi, sono scattate le nuove norme antiriciclaggio previste dalla manovra Monti: i movimenti in contanti non possono infatti superare l’importo di mille euro, cifra oltre la quale è obbligatorio utilizzare un assegno non trasferibile. La disposizione, che ha abbassato la precedente soglia di 2.500 euro, è contenuta nel decreto legge “Salva Italia” del 6 dicembre 2011, che riguarda i conti correnti ma anche i libretti nominativi.

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;