Salute e Bellezza

Copertura vaccinale a rischio, tornano malattie “dimenticate”

Vaccino_bambino.jpgIl rischio che tornino malattie ‘dimenticate’ come la difterite, che ha già fatto capolino in Spagna, o che le morti per morbillo non siano più l’eccezione, come nel caso della bimba deceduta per una complicanza lo scorso anno a Roma, è altissimo.

L’allarme, lanciato dall’Istituto Superiore di Sanità, è stato subito raccolto anche dall’Aifa e dai pediatri. Oltre che dalle campagne di sensibilizzazione, affermano, la ‘riscossa’ dei vaccini passa per l’approvazione del Piano nazionale Vaccini da parte delle Regioni. “La copertura vaccinale nel nostro Paese – rileva Walter Ricciardi, neopresidente dell’Iss – è al limite della soglia di sicurezza e diventa ormai improcrastinabile l’approvazione del nuovo Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale proposto da Ministero della Salute, Consiglio Superiore di Sanità, Istituto Superiore di Sanità ed Agenzia Italiana del Farmaco al Tavolo di coordinamento per la prevenzione delle Regioni italiane”.

Secondo i dati sono scese al di sotto del 95% le vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B e la percentuale scende ulteriormente per le vaccinazioni contro il morbillo, la parotite e la rosolia che raggiunge una copertura dell’86%, in calo di oltre il 4% in appena un anno. Le conseguenze, sottolinea Ricciardi, sono per tutta la collettività. “Se non si ha più la cosiddetta ‘immunità di gregge’ – ricorda l’esperto – aumenta il rischio che bambini non vaccinati si ammalino, che si verifichino epidemie importanti, che malattie per anni cancellate non siano riconosciute e trattate in tempo”. Il fenomeno, sottolinea la Società Italiana di Pediatria, è già in atto. “Stiamo assistendo al ritorno di malattie che credevamo debellate – afferma il presidente Giovanni Corsello -. Un esempio tra tutti è la morte di bambini per pertosse, malattia che sta avendo una recrudescenza nei bambini nei primi mesi di vita, proprio per il calo della copertura vaccinale”.

fonte: ansa

Condividi su

5 Commenti. Nuovo commento

  • Chiara Remedia
    15 Luglio, 2017 9:32 am

    Siamo molto delusi da questa presa di posizione per niente attenta e direi lontana dal rappresentare la realta. I concetti che anche il pensiero scientifico di governo promuove sono arcaici e superati. E’ molto faticoso vivere in un paese che fatica ad adattarsi ai tempi. Siamo gia in parecchie petsone a riconsegnare a malincuore le vostre tessere.

    Rispondi
  • L’immunità di gregge con solo il 15% (i bambini fino 6 anni)della popolazione vaccinata a forza?l’età media dei malati di morbillo é 27 anni e molti sono stati gli operatori sanitari colpiti, mi sembra si faccia solo speculazione sulla salute dei nostri figli.Iniziano ad offrire vaccini monodose e senza mercurio, alluminio o antibiotici poi ne riparliamo.Mi sembra una presa di posizione succube a
    l governo del paese e al folle progetto di vaccinaci con la forza, come bestie marcate per il macello.Ah però basta pagare la multa e non saranno più pericolosi i nostri figli se non vaccinati.

    Rispondi
  • Restituisco la tessera coop e boicotto a vita, ovviamente lo stesso farà mia madre, mia suocera, mia sorella, cugina e amiche. Peccato, mi trovavo bene, sono cliente da 16 anni, ma sapete quanti supermercati ci sono in giro? Non sarà un problema. Saluti.

    Rispondi
  • Benissimo. Restituisco la tessera coop e boicotto a vita, ovviamente lo stesso farà mia madre, mia suocera, mia sorella, cugina e amiche. Peccato, mi trovavo bene, sono cliente da 16 anni, ma sapete quanti supermercati ci sono in giro? Non sarà un problema. Saluti.

    Rispondi
  • Io sono socia da molto tempo della coop, questa vostra posizione di parte sul tema dei vaccini è scandalosa, seguite delle lobby di partito che nulla hanno a che vedere con la salute, fate una comunicazione di parte nella quale non parlate di danni da vaccino, mentre sottolineate solo delle probabili epidemie non riscontrate, VERGOGNATEVI
    DOMANI ANNULLERÒ LA MIA TESSERA E IL RELATIVO LIBRETTO

    Rispondi

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;