Futuro presente

Evasori fiscali, e se scattasse l’operazione Alta Voce?

evasori fiscali

Avvertenza: quest’articolo contiene immagini che potrebbero urtare gravemente la sensibilità di un evasore fiscale.
Partiamo dalla Costituzione, articolo 53: “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”.

L’evasione fiscale sottrae 100 miliardi l’anno alla collettività. Quindi alla sanità, alla scuola, ai trasporti pubblici, alla sicurezza. A tutti noi. E noi siamo divisi in due: quelli che pagano le tasse – dipendenti e pensionati in primis, ma anche i lavoratori autonomi onesti che fatturano e gli imprenditori sani – e quelli che evadono. Poi, lo sappiamo benissimo, c’è una zona grigia. E anche il lavoratore dipendente dice all’artigiano: «Non mi serve la fattura, piuttosto fammi lo sconto». Ma qui non ci perdiamo in sottigliezze e dividiamo il mondo tra il Bene e il Male, i Giusti e gli Empi, tra chi paga e chi evade. L’evasore fiscale (d’ora in avanti EF) sempre si autoassolve: «È giusto evadere – dice – perché il fisco chiede troppo». Sull’assunto dell’evasione “necessaria” sono state costruite piattaforme politiche, quasi sempre vincenti. Tocca ricordare, con dolore, il/la presidente del Consiglio che parla del fisco come “pizzo di stato”. L’EF pure si vanta. Perché pagare le tasse è da fessi, evadere da furbi. L’EF prima si sente figo e poi si lamenta dei servizi pubblici che non sono all’altezza di un paese civile. Perché mancano quelle risorse che lui non ha versato. Ma l’EF se ne lamenta. Per fare cortina fumogena e dissimularsi. Qui, quando il Giusto Contribuente (GC) e l’EF s’incontrano, possiamo cominciare a cambiare qualcosa. La chiamiamo operazione Alta Voce e funziona così.

Esempio 1: il GC è un medico dell’ospedale e ha la certezza che il dito indice sinistro fratturato che sta ingessando appartiene a un EF. Non stiamo a perdere tempo su come il GC fa a saperlo. Il GC intuisce, incrocia dati, il GC ne ha viste tante e non è fesso. Il GC sa. Allora il medico GC fa quello che deve fare sul corpo dell’EF e intanto, con voce bassa, come se parlasse a sé medesimo, preso da un discorso interiore dice: «Più passa il tempo e più il dito di un EF mi vien voglia di ingessarlo storto». Poi sorride di un sorriso da fesso. Saluta e se ne va.

Esempio 2: brucia la casa, palesemente abusiva di un palese EF. Due GC Vigili del Fuoco procedono con le operazioni di spegnimento. Manovrando l’idrante, con l’EF a portata d’orecchio ma come se non esistesse, uno all’altro dice: «Chi evade le tasse dovrebbe pagare quest’acqua 10 euro al litro». E aumenta palesemente la portata del getto sulle fiamme.

Esempio 3: al casello autostradale l’EF inserisce il tagliando nella macchinetta. Dalla macchina una voce dice: «A chi non paga le tasse io la sbarra gliela darei sulla testa». L’EF è perplesso. Ha sentito bene? Si guarda in giro ma non c’è nessuno, qui è tutto automatizzato. L’EF pensa a uno scherzo, a un virus nel sistema, poi che sia la voce della sua coscienza. Gli sta dicendo qualcosa? (Può l’EF avere una coscienza? Quelli dell’Agenzia delle Entrate ne dibattono da anni con tesi contrapposte). Non sa, l’EF, che la voce è di un GC abilmente nascosto nell’apparecchiatura. Sappia insomma l’EF che noi GC sappiamo. E che potremmo perdere la pazienza.

Tag: collettività, evasore, fisco, servizi

Condividi su

1 Commento. Nuovo commento

  • io ho lavorato 30 anni alla fincantieri di genova e non sò quantificare quanti lavoratori dopo il normale turno che finiva alle 14 nel pomeriggio facevano un secondo lavoro. conosco moltissimi lavoratori del porto (i compagni) che non vanno in servizio perchè occupati a fare lavoro nero… cosa dice il sindacato a questi??????????

    Rispondi

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;