Ricette

Bentornata estate di gusto

gnudi alle zucchine

Gnudi alle zucchine con salsa di pomodorini
serve 4 persone, preparazione 25 min.+ 30 min. in frigo, cottura 8 min.
250 g di ricotta, 50 g di Grana Padano Dop Riserva oltre 20 mesi Fiorfiore, 2 uova bio Vivi Verde, 1 cucchiaio di farina di riso + quella per infarinare, 1 cucchiaio di amido di mais, 1 cipollotto, 1 spicchio d’aglio, 1 zucchina, 4 pomodori maturi da sugo, 200 g di pomodorini Datterini, 4 rametti di timo, 3 foglie di basilico, noce moscata, olio d’oliva extravergine, sale

Tritate finemente il cipollotto e fatelo dolcemente rosolare in padella con un cucchiaio d’olio e una presa di sale. Tuffate i pomodori da sugo in acqua bollente per 1-2 minuti, pelateli, privateli dei semi, tagliateli a pezzetti e uniteli al soffritto, aggiungendo il timo. Lavate anche i pomodorini, tagliateli e aggiungeteli al sugo; cuocete per altri 10 minuti, regolando di sale e aggiungendo solo verso la fine il basilico. In un’altra padella versate un cucchiaio d’olio, l’aglio diviso in due e la zucchina grattugiata e cuocete 5-6 minuti a fuoco sostenuto. Eliminate l’aglio, salate e lasciate raffreddare. In una ciotola amalgamate le uova con la ricotta, il Grana, la farina, l’amido, la noce moscata e le zucchine cotte. Mescolate bene e lasciate raffreddare in frigorifero per 30 minuti. Formate gli gnudi (palline del diametro di 2,5 cm), rotolateli velocemente in un po’ di farina e cuoceteli per 7-8 minuti nel sugo, tenendo la padella coperta e il fuoco dolce. Servite con un filo d’olio e formaggio a piacere.
vino Salice Salentino Rosato
Valore energetico a PORZIONE 390 kca
Ricetta gustosa e particolare, equilibrata nelle sue caratteristiche nutrizionali, da proporre anche ai bambini per promuovere il consumo delle poco amate zucchine! 

insalata di polpoInsalata di polpo con pomodorini arrostiti, patate e foglie di sedano
serve 4 persone, preparazione 15 min. cottura 1 ora
800 g di polpo pulito, 1 spicchio d’aglio, 1 limone, 1/2 bicchiere di vino bianco, 800 g di patate bianche Kennebec Fiorfiore, 4-5 foglie di sedano, 200 g di pomodorini Datterini, 50 g di olive verdi snocciolate Coop, olio d’oliva extravergine, sale e pepe 

Preparate una marinata con 4 cucchiai d’olio, le foglie di sedano, sale e pepe e lasciate riposare per un’ora. Intanto, dopo averlo battuto e sciacquato, tuffate il polpo in una casseruola con acqua bollente salata con lo spicchio d’aglio, il succo del limone e il vino bianco e lasciatelo cuocere per un’ora o comunque fino a quando non sarà diventato ben tenero. Nel frattempo lessate le patate per circa 30 minuti. Tagliate a metà i pomodorini, conditeli con olio, sale e pepe, trasferiteli su una teglia foderata e cuoceteli per circa 20 minuti a 180°C. Sfornate e lasciate raffreddare. Scolate le patate e una volta raffreddate sbucciatele e tagliatele a tocchetti. Scolate anche il polpo e tagliatelo a pezzetti, quindi unitelo in una ciotola a patate, pomodorini e olive. Condite con la marinata, mescolate e servite subito.
vino Vermentino di Gallura
Valore energetico, a PORZIONE 420 kcal
Piatto unico arricchito dalle proteine nobili e povere di grassi del polpo. Le patate lo completano nella composizione nutrizionale, dunque non è necessario abbinare il pane.

schiacciata con robiolaSchiacciata con robiola e verdure
serve 4 persone, preparazione 15 minuti + 20 min. di riposo, cottura 50 min.
150 g di farina tipo 00 bio Vivi Verde, 70 g d’acqua, 2 cucchiai di olio d’oliva extravergine, sale
Per farcire: 200 g di robiola Coop, 2 zucchine, 1 peperone rosso, 1 cucchiaio di semi d’anguria o di girasole tostati, 2 rametti di timo limone, olio d’oliva extravergine, sale e pepe 

In una terrina mescolate la farina con l’acqua tiepida, l’olio e un pizzico di sale. Lasciate riposare l’impasto per 20 minuti coperto con la pellicola. Nel frattempo tagliate le zucchine a bastoncini e il peperone a striscioline, eliminandone i semi e la pellicina bianca interna. Spadellate le verdure separatamente con un filo d’olio e un pizzico di sale, mantenendole croccanti. Riprendete l’impasto e dividetelo in 4 parti uguali. Stendetele formando delle focacce ovali e molto sottili, allargandole leggermente con le dita. Disponetele su una teglia, bucherellatele e spennellatele con olio. Cuocete a 200°C per 10 minuti finché risulteranno croccanti e leggermente dorate. Lasciate intiepidire le focacce, quindi spalmatele con la robiola e aggiungete le verdure. Completate con il timo, i semi e un pizzico di pepe.
vino Valdobbiadene Superiore Prosecco
Valore energetico a PORZIONE 430 kcal
Gustosa e fresca, equilibrata negli ingredienti e nei nutrienti, ottimo esempio di piatto unico per le cene d’estate.


biancomangiare con ciliege e pistacchiBiancomangiare con ciliegie e pistacchi serve 6 persone
preparazione 10 minuti + 2 ore in frigorifero
800 ml di latte, 200 g di zucchero, 45 g di amido di mais, 1 cucchiaio di miele di acacia bio Vivi Verde, 1 baccello di vaniglia, 30 g di pistacchi tostati e salati Coop, 400 g di ciliegie, 2 prugne rosse, 40 g di zucchero, olio di semi 

Sciogliete l’amido di mais in una piccola parte di latte freddo. Versatelo in una casseruola con il latte rimasto, il miele, lo zucchero e i semini di vaniglia. Cuocete mescolando finché il composto comincerà ad addensarsi (serviranno 8-10 minuti), poi abbassate la fiamma e cuocete per altri 2-3 minuti. Versate la crema nella terrina da portata, spennellata con olio di semi, e trasferite in frigorifero a solidificare per 2 ore. Intanto denocciolate le ciliegie, tagliandole a metà. In un pentolino unite lo zucchero a metà delle ciliegie e cuocete mescolando quanto basta ad ammorbidirle. Aggiungete le altre ciliegie e lasciate raffreddare. Tagliate le prugne a metà, eliminate il nocciolo e riducete a fettine sottili. Tritate grossolanamente i pistacchi e servite il biancomangiare con le ciliegie, le fettine di prugna e i pistacchi. vino Malvasia delle Lipari
Valore energetico, a PORZIONE 450 kcal
Un dolce gustoso e originale, dai colori e sapori estivi. Il sapore fresco e leggero non deve trarre però in inganno: meglio, come sempre, evitare il bis. 

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti