Mondo Coop

Genitori alla pari, Coop rilancia Close the Gap

papà che abbraccia bambino

La parità di genere passa anche dalla possibilità per le donne di conciliare al meglio la maternità con la vita lavorativa e la carriera. Allo stesso modo i papà hanno il diritto di poter assistere i propri figli nei primi mesi di vita. Da questi assunti parte il rilancio della campagna di Coop “Close the Gap – riduciamo le differenze” il cui focus nel 2022 è sul riequilibrio dei ruoli genitoriali. Così a inizio marzo è stata lanciata la raccolta firme su change.org/genitoriallapari, la petizione promossa dal laboratorio di attivismo civico Movimenta per andare oltre i 10 giorni di congedo di paternità obbligatorio.

E per rendere più visibile questa adesione in occasione della Festa del Papà il 19 marzo arrivano in alcuni punti vendita Coop dei prodotti iconici scontati al 50%, un richiamo concreto al fare a metà, come le salviettine per bambini Crescendo. Sono proposte in una edizione speciale a portare il messaggio di sensibilizzazione sulla necessità di fare #allapari. Se in una famiglia entrambi i genitori sono occupati, il 63% del carico familiare grava comunque sulla donna e la recente pandemia ha persino accresciuto le disparità. Ancora nel 2021 in Italia 7 donne su 10 con figli minori di 14 anni hanno avuto problemi nel conciliare gli spazi e i tempi tra vita e lavoro e l’11% delle madri non ha mai lavorato per prendersi cura dei figli. Ma disuguaglianza da colmare è anche quella che vede i padri impossibilitati a occuparsi dei figli fin dalla loro nascita con solo pochi giorni di congedo di paternità.

Genitori#allapari è sostenuta anche dalla community Papà Pinguino, un collettivo di giovani attivisti, creatori di un dibattito sull’essere padri oggi; saranno loro insieme ad altri neopapà a partecipare a un flashmob di sensibilizzazione ideato e organizzato da Movimenta in tre città proprio il 19 marzo (a Roma presso il Museo Explora, a Milano al Muba e presso la Città della Scienza a Napoli).

“La sensibilità che abbiamo incontrato durante il nostro percorso dello scorso anno ci ha dimostrato che l’uguaglianza di genere è un tema che va affrontato seriamente e non solo a parole – spiega Maura Latini, Amministratrice Delegata Coop Italia – Continuiamo ad affrontarlo con questo approccio passando da una piccola differenza, quella appunto della Tampon Tax che abbiamo contribuito a ridurre, a una disuguaglianza più profonda che ne genera altre a cascata. E abbiamo concentrato l’attenzione su una misura, il congedo di paternità obbligatorio, su cui crediamo il nostro Paese e la nostra società debbano fare dei passi in avanti. Perché stare di più con i propri figli è un diritto che deve essere riconosciuto anche agli uomini”.

Tag: parità di genere, tampon tax, close the gap, congedo di paternità, tampon ta

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;