Mondo Coop

Emergenza terremoto in Turchia e Siria, da Coop una raccolta fondi

Coop, a nome di tutte le cooperative di consumatori, si muove a sostegno delle persone in difficoltà e dei territori colpiti dal terremoto in Siria e Turchia e stanzia 100 mila euro per le prime necessità a favore di UNHCR – l’Agenzia ONU per i Rifugiati e Medici Senza Frontiere.

 Entrambe le organizzazioni sono presenti fin dai primi momenti dell’emergenza nelle aree devastate dal sisma; in particolare l’UNHCR, presente da più di 10 anni sia in Turchia che in Siria per fornire sostegno alla popolazione siriana sfollata e rifugiata a causa della guerra in corso, sostiene gli interventi di emergenza per i sopravvissuti al terremoto in entrambi i paesi.  In Turchia, i team di UNHCR stanno assistendo sia i rifugiati che le popolazioni locali, in risposta alla richiesta del governo di fornire assistenza di emergenza.  In Siria sta già distribuendo aiuti umanitari d’emergenza tra cui coperte termiche, materassini, abiti invernali, taniche per l’acqua nelle province di Aleppo, Latakia, Hama e Tartous ed è in corso l’attività per fare affluire stock aggiuntivi di materiali necessari in tutte le zone epicentro del sisma.

Medici Senza Frontiere, attiva nella Siria nord-occidentale anche prima del terremoto con diversi progetti, ha risposto subito all’emergenza assistendo oltre 3 mila feriti in diverse strutture ospedaliere a Idlib e Aleppo. Sono in azione anche diverse cliniche mobili per assistere i feriti e distribuire cibo, coperte e acqua agli sfollati, mentre un servizio di ambulanze si sta occupando del trasferimento dei pazienti in gravi condizioni.

Con l’obiettivo di aggiungere altre risorse è stato aperto un conto corrente dedicato per nuove donazioni da parte di soci e consumatori. Donazioni libere con la causale “Emergenza Terremoto Siria e Turchia” che saranno analogamente destinate alle due organizzazioni. Gli estremi del conto corrente sono i seguenti: Banca Unicredit IBAN IT 17 R 02008 05364 000106662294

 

Tag: solidarietà, terremoto

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;