Mondo Coop

Coop Alleanza, la spesa si paga anche con lo smartphone

Alla Coop si può pagare la spesa senza avere né contanti né carte di pagamento in tasca. Infatti in tutti i supermercati e ipermercati di Coop Alleanza 3.0 sono accettati i pagamenti digitali tramite le applicazioni Google pay, Apple pay, Samsung pay. Vediamo nel dettaglio come funziona.

Per prima cosa bisogna controllare che la propria banca abbia aderito al servizio, o sul sito della banca stessa o direttamente sulle pagine dedicate delle tre applicazioni. In secondo luogo, se si possiede un telefono Android, bisogna assicurarsi che sia dotato della tecnologia Nfc, indispensabile per mettere in comunicazione due dispositivi, situati a breve distanza l’uno dall’altro, in modalità senza fili.

Fatte le verifiche, bisogna scaricare l’app in base al proprio modello di smartphone e associarvi la carta (di credito, di debito o prepagata) di un circuito Mastercard, Maestro o Visa. Da questo momento è possibile effettuare il pagamento alle casse, comunicando alla cassiera che si vuol pagare con carta di credito o selezionando la medesima funzione alle casse automatiche. A questo punto, basta sbloccare l’applicazione, attivando la funzionalità NFC per i sistemi operativi Android o Touch ID per Apple pay, e avvicinare il telefono al sensore contactless del terminale Pos: se la transazione va a buon fine, verrà visualizzata una spunta sullo smartphone.

L’utilizzo di questi strumenti di pagamento digitale è totalmente sicuro, poiché i dati delle carte non vengono memorizzati sul telefono, né condivisi e tantomeno registrati durante le transazioni: questo perché al momento del pagamento viene generato un numero di carta virtuale, in modo che il numero reale rimanga protetto. In questo modo, in caso di smarrimento del cellulare non è necessario bloccare la carta di credito, perché lo smartphone, appunto, non ne conserva i dati.

Tag: Spesa, smartphone, coop alleanza 3.0, carta di credito

Condividi su

2 Commenti. Nuovo commento

  • Rinaldo Haddad
    27 Gennaio, 2022 6:27 pm

    Alla coop di Pomezia (16 pini) il servizio di pagamento con Google Pay è molto discutibile.
    Per fare accettare un pagamento con lo smartphone occorre provare molte volte (e spesso non è possibile a causa della fila) mentre lo stesso dispositivo funziona in maniera impeccabile ad esempio presso la catena dei negozi “Acqua e Sapone”.
    Dove sta il problema?

    Rispondi

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;