Mondo Coop

Annata difficile per l’olio italiano, Coop contro le speculazioni

Notizie non buone per quest’annata dell’olio extravergine di oliva italiano. Condizioni climatiche non favorevoli hanno infatti generato una scarsa campagna di raccolta soprattutto nelle zone maggiormente vocate (Puglia, Calabria e Sicilia) oltre al moltiplicarsi di attacchi della mosca olearia (un insetto considerato tra le avversità più importanti per l’olivo; infatti può colpire intere zone, arrivando a condizionare sensibilmente l’entità e la qualità della produzione). Il risultato è appunto che i raccolti sono stati duramente colpiti con una drastica diminuzione della produzione e con un conseguente aumento dei prezzi all’origine.

Coop sostiene i produttori italiani in difficoltà e si impegna ad assorbire parte dei costi contenendo il prezzo finale dell’olio extravergine a marchio Coop. In un’annata così problematica Coop è ancor più impegnata a mantenere la massima attenzione sulla qualità e sull’italianità delle olive attraverso la sua rete di monitoraggio e di controlli e ad impedire qualsiasi speculazione.

Tag: Coop, olio, extravergine, oliva, made in Italy

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;