Cultura e tempo libero

Turismo in Italia, nel 2012 bene le città d’arte

Città d’arte intramontabili anche nel 2012: “tiene” il turismo culturale in Italia. In un anno é diminuita la presenza di turisti nostrani nelle principali città d’arte, ma è aumentata quella degli stranieri. La miglior performance la registra Roma con una crescita di presenze tra il 2011 e il 2012 pari al 4,3% (+3,6% presenze alberghiere di italiani; +4,5% stranieri); seconda Milano con un +1% (-1,2% italiani, +2,2% stranieri). In lieve calo invece le presenze turistiche a Verona (-1,6%), Firenze (-1,2%) e Venezia (-1,1%). Sono i dati del Centro studi turistici di Firenze, diffusi in occasione della presentazione della Borsa del turismo delle 100 città d’arte d’Italia, in programma a Bologna dal 31 maggio al 2 giugno. Per quanto riguarda gli arrivi, tutte le città d’arte, a eccezione di Venezia, registrano segno positivo nel 2012. A Venezia, ad esempio, la presenza di italiani è diminuita del 9,3%, compensata da un +0,3% di stranieri. “In un momento di crisi il settore in cui investendo poco si ricava molto è proprio il turismo, ma non siamo capaci – ha denunciato il presidente dell’Enit, Pier Luigi Celli – di fare un’operazione minima. In ognuna delle quattro principali città d’arte andrebbero, ad esempio, costruiti percorsi di congiungimento con le altre città d’arte presenti in Italia”.  

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;