Cultura e tempo libero

Socialità e musica: ecco il festival tutto di bande

Dubioza_Collective.jpgBande a Sud è un festival unico nel panorama italiano, ambientato nella suggestione delle piazze e delle stradine di Trepuzzi, Nord Salento, un posto dove la tradizione bandistica è socializzazione, espressione della propria creatività, e anche una forma di trasmissione del sapere tra le generazioni. È all’interno delle bande, infatti, che i ragazzi iniziano a suonare, hanno conoscenza dello strumento, vivono le loro prime esperienze  artistiche, in un continuo flusso di saperi che  coinvolge la musica classica, quella sacra, la ricerca, il pop e il jazz.

‘Bande a Sud’ riprende in maniera filologica questa tradizione e la apre, esaltando quella caratteristica di territorio di scambio, di condivisione, che ha fatto del Salento uno dei luoghi più importanti per la scena musicale internazionale.

E’ un ‘boutique festival’, ‘Bande a Sud’ perché sceglie la dimensione intima, raccolta, di un paesino ancora non toccato dai grandi flussi turistici e mette in scena spettacoli dove è ancora possibile ascoltare il ritmo autentico della tradizione.

L’idea di banda del festival è una idea molto ampia, coniuga le fanfare che si esibiscono nelle piazze in occasione delle feste del Santo Patrono, con le esperienze del jazz avant garde, sino alle ‘bande sociali’, formazioni il cui territorio di sviluppo è la strada.

‘Bande a Sud’ è una bella occasione per conoscere un Salento ancora poco noto non caotico, e ricco di attrattive culturali, per trascorrere serate ascoltando i grandi interpreti della world music dopo una giornata al mare. In calendario, infatti, formazioni che rileggono la presenza gitana nel Salento a Renzo Arbore, dalla bande di paese al jazz, dalle star dello ska newyorchese al Balkan pop che arriva da Sarajevo

Apertura il 4 agosto 2016 con un ospite d’eccezione, Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana in versione bandistica.
Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito!

Il calendario completo è su www.bandeasud.it

 

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;