Cultura e tempo libero

Il caso dell’ebreo Dreyfus raccontato da un inglese

Libro_Harrys.jpgNon è certo il primo libro sul tema, ma ha il pregio di ricostruire con esattezza tutta britannica la vicenda e di saperlo fare con la scioltezza di uno scrittore che è anche sceneggiatore di film importanti. Con in più la malignità che spesso un autore inglese infila nella descrizione di vicende che riguardano i francesi.

Il libro racconta l’”affaire” dal punto di vista dell’ufficiale Georges Picquart che, divenuto capo di una sezione dei servizi segreti francesi, scopre che tutte le accuse di tradimento che hanno portato alla condanna e alla terribile prigionia dell’ufficiale ebreo Alfred Dreyfus sono false. E lotta, a costo della propria carriera e anche della propria libertà, per affermare la verità. Fino a riuscirci, ma solo molti anni e tante sofferenze dopo. Ma in questa vicenda il fatto che l’ufficiale dell’esercito francese Dreyfus fosse ebreo diventa uno degli elementi principali delle false accuse contro di lui.

Robert Harris
L’ufficiale e la spia
Mondadori Editore – 438 pagine, 19 euro

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;