Coop Reno

Un modo utile di stare sul mercato

bilancio Coop Reno

A fine maggio faremo le assemblee separate sul bilancio della Cooperativa, di cui anticipo in questo articolo i punti fondamentali. Porteremo alle assemblee un buon risultato, con un utile di 787.331euro. Vi hanno contribuito innanzi tutto le vendite. Coop Reno ha incassato oltre 280 milioni di euro nel 2023, di cui quasi 196 milioni nei supermercati, a cui si aggiungono 85,5 milioni della società di carburanti. Sul podio delle vendite troviamo il negozio di Medicina con quasi 13 milioni di euro, seguono San Giorgio di Piano con oltre 10 milioni e Vergato che, con 9,8 milioni, è tallonato da Molinella. Il valore delle vendite nei supermercati è frutto delle quasi 8 milioni di volte in cui soci e clienti sono entrati nei negozi durante l’anno (pari a 7.864.252 scontrini battuti).

I BEST SELLER DEL VENDUTO Il prodotto più venduto è stato ancora una volta il pollo al forno (per un valore di oltre 1 milione di euro), seguito dal prosciutto di San Daniele, mentre in termini di quantità sono al primo posto le banane (tra Coop, Solidal e altre marche, ben 683.402 confezioni), davanti alle baguette cotte tutti i giorni nei forni della Cooperativa (387.328 acquistate).
Complessivamente, tra i primi 50 prodotti battuti alle casse nel 2023 spiccano i “freschi“ come frutta e verdura, carni bianche e affettati, latte e uova, il che conferma che nei nostri negozi si fa principalmente la spesa di tutti i giorni. Non poteva mancare anche il ripieno dei nostri amati tortellini: ne abbiamo venduto per 290.000 euro!
Il progetto di inserimento di circa 5 mila prodotti a marchio Coop, iniziato nel 2021 e in fase di completamento, vede un grande apprezzamento da parte di soci e clienti: le vendite sono infatti aumentate di quasi il 7%. Mettendo insieme: generi vari (quelli che si trovano nelle corsie sugli scaffali, per capirci), surgelati, latticini e salumi, abbiamo commercializzato 23,7 milioni di confezioni a marchio Coop.
Ecco perché, anche quest’anno, presenteremo alle assemblee una proposta di divisione dell’utile che tiene conto di un Ristorno ai soci che premia per lo 0,10% gli acquisti di prodotti di marca, e per il triplo, cioè lo 0,30%, quelli dei prodotti a marchio Coop. Siamo l’unica Cooperativa che differenzia il Ristorno ai soci in questo modo, e siamo molto fieri della scelta fatta, perché il prodotto Coop ci rende distintivi. Tra gli ultimi arrivati troviamo gli Spesotti, la linea super conveniente di Coop che, ovviamente, non può avere la stessa qualità della Fiorfiore o Viviverde, ma che è riuscita per tantissimi prodotti a trovare il giusto equilibrio tra qualità e prezzo.

SPAZIO ‘TENGO: I CONTI TORNANO Ci sarebbero molti altri punti del Bilancio da raccontare, per i quali rimando alla lettura del Rapporto sociale di Coop Reno. Ne scelgo solo altri due. Il primo riguarda lil nostro nuovo centro direzionale. Abbiamo chiuso i conti dell’investimento fatto in spazio’TENGO i cui frutti sono sotto gli occhi di tutti. Mi preme sottolineare alcuni aspetti. E’ vero che usare l’alluminio anziché il solo cemento ha permesso di avere una forma originale; e anche vero che il tanto vetro e la tanta luce rendono tutto il centro di Castel Guelfo molto bello, ma anche molto efficiente: nel conto economico finale, la struttura degli uffici impatta per 177.882 euro di ammortamenti in 1 anno, mentre il vecchio edificio di San Giorgio di Piano impattava per 168.342 euro, con una differenza di appena 9.540 euro (26 euro al giorno). L’attuale struttura, tuttavia, e di 4.356 metri quadri mentre quella vecchia era meno della metà, 2.155 metri quadri, e nella nuova lavorano già 10 persone in più che aumenteranno nel tempo.

ENERGIA NUOVA Se poi guardiamo al risparmio di energia garantito dai pannelli fotovoltaici, dal recupero delle acque piovane e dall’isolamento che permette di consumare meno sia di raffrescamento che di riscaldamento, e consideriamo che la vecchia struttura consumava nel 2022 222.786 kwh al costo dell’energia attuale, pari a 65 mila euro di costi di funzionamento, grazie ai nostri pannelli e al doppio dei metri di superficie utile oggi superiamo i 100 mila euro di risparmio annuo.
Ovviamente stiamo parlando di epoche diverse di costruzione, di tecniche e di materiali completamente differenti, di attrezzature che hanno una vita utile molto più lunga e, quindi, di un ammortamento anche diverso. Ma alcune scelte sono state importanti in questo senso: non c’è il parcheggio sotterraneo, come nel vecchio edificio, non ci sono tavoli o lampadari di design: abbiamo piuttosto pensato a spazi più grandi in cui ospitare più persone, a 3 sale per i corsi che, oggi, risultano quasi sempre occupate.
Poi ci sono gli altri edifici che non sono usati solo da noi. L’auditorium ci sta facendo incassare affitti da altre aziende affascinate dalla struttura e dai valori che esprimiamo in termini di impatto ambientale: ci chiedono di ospitare i loro eventi aziendali, di prendere in affitto i locali del centro di innovazione in cui, da giugno, prenderà vita anche il servizio scolastico gestito dalla cooperativa Società dolce, che organizzerà i centri estivi. In estrema sintesi, il bello non e sempre sinonimo di lusso: spazio’TENGO sta centrando in pieno gli obiettivi per i quali è nato.

IL “RISTORNO SOCIALE” Il secondo punto su cui vorrei soffermarmi qui riguarda i nostri investimenti sul territorio. Anche quest’anno tra iniziative sociali dei Comitati soci, attività di degustazione e Approvato da soci, rivista Consumatori, le risorse destinate ammontano complessivamente a quasi 300 mila euro, un dato per noi molto importante che serve a mantenere la nostra distintività.
La Cooperativa è fatta da oltre 90 mila soci e anche quest’anno ne sono entrati quasi 6 mila di nuovi, grazie anche alla campagna “Ti presento un amico”. I benefici di far parte della nostra grande squadra non sono solo economici, ma soprattutto valoriali. Il ristorno che diamo non e solo quello di fine esercizio sulla spesa fatta, ma e soprattutto un “ristorno sociale“. Diamo occupazione al nostro territorio, promuoviamo una filiera alimentare sana, aiutiamo le nostre comunità a sviluppare progetti: è questo il nostro ristorno più importante, è questo che fa la differenza. Partecipare alle assemblee separate di maggio sarà un’occasione per parlare di tutto ciò e per approfondire le attività della Cooperativa, nonché ringraziare i soci della fiducia accordataci, i tanti soci volontari per il contributo che ci danno a mantenere vivo il rapporto con il territorio, le colleghe e i colleghi per l’impegno profuso che ha portato a realizzare questi risultati.
Anche nel bilancio del 35° anno, possiamo dunque dire con soddisfazione: avanti tutta!

Andrea Mascherini

Tag: bilancio, ristorno sociale, spazio'Tengo

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;