Coop Reno

Riflessioni sulla panchina rossa

Stanno avendo un grande successo le prime inaugurazioni delle panchine rosse che, come Coop Reno, abbiamo deciso di donare a tutti i Comuni del nostro territorio. Sono stati coinvolti soci, cittadini, associazioni di volontariato e anche tanti bambini delle scuole. Le inaugurazioni sono un momento non solo di riflessione su un tema della violenza di genere, che purtroppo continua a emergere sugli organi di stampa, ma anche un modo per valorizzare gli angoli del territorio che fanno parte integrante delle nostre comunità, come un parco, una piazza, una scuola.
Riportiamo solo alcune delle dichiarazioni prese durante queste inaugurazioni che proseguiranno anche nei prossimi mesi.

Giuseppe Vicinelli, sindaco di Sant’Agata Bolognese
«Sono grato a Coop Reno per il contributo significativo dato alla nostra comunità e lieto di questa collaborazione e del valore che vi è connesso. Allo stesso tempo sottolineo l’importanza di unire le forze per porre fine alla violenza di genere».

Barbara Nicoli, responsabile Servizio sociale professionale dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese
«Bisognerebbe introdurre nelle nostre società l’educazione sentimentale, perché forse è proprio questo che manca ai ragazzi di oggi, che non sanno cos’è il sentimento, come rappresentarlo e come gestirlo. È importante ricordare che esiste il “Codice rosa”, ovvero un passaggio privilegiato all’interno dei pronti soccorsi ospedalieri nel momento in cui una donna vittima di violenza vi si reca. L’inaugurazione di oggi è un segnale, per pone l’attenzione su questi temi».

Beatrice Poli, sindaca di Casalfiumanese
«Un sentito ringraziamento alla Coop Reno per questa attenzione, che ci riporta all’urgenza di continuare a batterci per quei valori, quei diritti che altre donne hanno conquistato per noi. Non una festa, quindi, ma una giornata internazionale per richiamare le istituzioni, ma anche tutti i cittadini, a quell’impegno che serve al raggiungimento di una parità vera. In questo senso la presenza dell’istituzione “scuola” oggi è particolarmente preziosa».

Barbara Panzacchi, sindaca di Monghidoro
Inaugurando la panchina ha coinvolto i tanti bambini presenti e valorizzato la sua installazione davanti alle scuole: «Tutte le volte che passerete qui davanti penserete a che cosa rappresenta questa panchina: è il simbolo della lotta delle donne che hanno faticato molto di più degli uomini per cercare di essere uguali. La panchina rossa ricorda che purtroppo tante subiscono ancora violenza sia fisica che psicologica. La panchina è davanti alla scuola perché siete voi il nostro futuro, siete voi che potete essere la generazione che cambia le cose».

Giuseppe Argentieri, sindaco di Vergato
«Riteniamo indispensabile mantenere alto il messaggio che il nostro territorio è presidiato contro la violenza di genere e in particolar modo contro la violenza sulle donne. Questa panchina rossa, posizionata nella galleria del centro commerciale 1° maggio, va ad arricchire quelli che sono i riferimenti del capoluogo e delle frazioni del nostro comune relativamente a questo contrasto. Siamo molto contenti di collaborare, affiancare e sostenere Coop Reno in questo progetto».

Alice Munerato

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;