Coop Lombardia

Bilancio, i numeri del 2023

Presidente De Bellis, il 2023 è stato un anno caratterizzato da vari eventi, come possiamo commentarlo? Il 2023 è stato caratterizzato da una notevole incertezza su vari fronti e, in particolare, per la consapevolezza di una realtà in cui le tante variabili in gioco, tra loro interconnesse, generano una complessità enormemente maggiore rispetto al passato. Le incognite sul futuro, soprattutto quelle legate all’instabilità geopolitica e agli effetti dell’inflazione sul potere di acquisto delle famiglie, hanno creato un contesto che ha favorito la prosecuzione delle criticità manifestatesi nel precedente esercizio. Il comportamento delle famiglie, che è apparso resiliente nella prima parte dell’esercizio, ha tradotto il clima di preoccupazione in una progressiva contrazione e selezione dei consumi. Se la crescita esponenziale dei costi energetici sembra aver dato una tregua, sono però proseguite, seppur attenuate rispetto al 2022, alcune specifiche dinamiche inflazionistiche che hanno interessato i listini industriali. La GDO ha quindi proseguito l’impegno a fronteggiare la pressione di gestire l’esigenza di aumentare i prezzi a scaffale per adeguarli all’aumento dei costi e la concreta difficoltà della domanda finale, con la conseguente necessità di attutire l’effetto dell’aumento dei prezzi sulla capacità di acquisto del consumatore, a scapito della marginalità.

Per quanto riguarda la gestione caratteristica della Cooperativa che risultati si evidenziano? Per Coop Lombardia la gestione caratteristica è stata del tutto coerente alle dinamiche che hanno condizionato il mercato della GDO in Italia: la pressione inflazionistica rimasta elevata e la difficoltà delle famiglie lombarde a mantenere il proprio potere di acquisto si sono tradotte in una contrazione dei volumi di vendita, più che compensata dalla crescita dei valori. L’analisi per canale non evidenzia sostanziali differenze tra i vari formati.
I risultati conseguiti vanno contestualizzati nello scenario lombardo particolarmente competitivo, che ha visto nel 2023 ben 18 nuove aperture di operatori concorrenti nei bacini primari e secondari della rete di vendita della Cooperativa.
Nello scorso esercizio sono progressivamente rientrate le dinamiche straordinarie che avevano portato nel 2022 a un deciso incremento delle vendite di carburanti, sia per volumi sia per valori. Si è pertanto osservata nel 2023 l’attesa contrazione dei volumi di carburanti erogati, che è stata affrontata con una gestione estremamente attenta e dinamica dei prezzi di vendita e nelle politiche di approvvigionamento che ha consentito il mantenimento di una buona marginalità.

Viste le incertezze globali, quali sono stati i risultati della gestione finanziaria? In un contesto geopolitico ancora incerto e preoccupante, il 2023 ha visto una progressiva distensione sul fronte della politica monetaria e il prevalere di dati macroeconomici di crescita e di inflazione decisamente meno allarmanti del previsto. In termini di andamento dei mercati, la performance è stata generalmente positiva, anche se il forte calo del 2022 per il mondo obbligazionario è stato solo parzialmente recuperato con i buoni risultati del 2023. Il margine finanziario al 31 dicembre 2023 riporta un risultato di 15,2 milioni di euro, leggermente superiore alle attese. Il rendimento medio complessivo degli impieghi si attesta al 2,54%, con un costo medio complessivo delle fonti a breve termine pari allo 0,92%, che risente dell’aumento degli oneri dei finanziamenti a breve termine e, in misura minore, dei maggiori oneri sul Prestito Sociale, a seguito dell’introduzione del Prestito Sociale vincolato e della rimodulazione della remunerazione sul Prestito Sociale ordinario. La Cooperativa, considerato il recupero solo parziale del forte calo del 2022 dei titoli obbligazionari, legato all’eccezionale e anomala situazione di turbolenza dei mercati, ha neutralizzato parte degli effetti economici delle perdite temporanee di valore del portafoglio titoli, avvalendosi della facoltà prevista dal comma 3-octies dell’art. 45 del DL 73/2022. Ai positivi risultati della gestione finanziaria si aggiungono i proventi e gli oneri della gestione delle partecipazioni, con un apporto positivo complessivo per 8,671 milioni di euro grazie ai dividendi distribuiti dalle partecipate Unipol Gruppo, Igd e Brico io nel corso del 2023.

Qual è, invece, il programma di riposizionamento e rilancio del prodotto a marchio Coop? Nel 2023 è proseguito l’ambizioso programma di Coop di riposizionamento e rilancio del proprio prodotto a marchio, che ha portato una vera e propria rivoluzione degli assortimenti, per ampiezza e profondità, in grado di avvicinarsi sempre più ai mutati comportamenti di acquisto di Soci e Clienti. Un assortimento così ampio e profondo permetterà di rispondere alle richieste di consumatori diversi e sempre più esigenti, verso i quali si confermano e garantiscono i dettami irrinunciabili di Coop a partire dalla sostenibilità e dalla trasparenza delle filiere produttive. Il prodotto a marchio Coop viene inteso anche come un baluardo per difendere il potere di acquisto delle famiglie minacciato da un contesto economico imprevedibile. Il programma, articolato in due anni, ha portato a scaffale 5.000 nuovi prodotti a marchio Coop innovando l’offerta del 50%, con un investimento importante per garantire qualità al giusto prezzo. Negli ultimi mesi dell’anno è stata introdotta la nuova linea Spesotti, che garantisce una spesa conveniente mantenendo la garanzia della qualità certificata dei prodotti Coop: si tratta di oltre 300 prodotti di 75 categorie ad alto potenziale di risparmio che costituiscono un impegno quotidiano a sostegno del potere d’acquisto delle famiglie. Il lancio della nuova linea si è affiancato per parte dell’esercizio alla campagna governativa «Trimestre Anti Inflazione» a cui Coop ha aderito con i 1.200 prodotti a marchio coinvolti.

Sviluppo e razionalizzazione della rete di vendita: cosa è avvenuto? Nel corso dell’esercizio sono proseguite le iniziative per lo sviluppo della rete di vendita e per la razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare della Cooperativa, in coerenza ai piani di sviluppo approvati. In particolare, a fine novembre 2023 è stato inaugurato il nuovo supermercato a Cesate (MI), un accogliente spazio di 1.800 metri quadri, progettato con nuovi standard definiti di «supermercato civico», per un’esperienza di spesa pratica e su misura. Il nuovo negozio vuole essere un punto di riferimento per la comunità di Soci e Clienti, per la spesa, per il consumo consapevole e per l’accesso ai servizi, in cui trasmettere i caratteri della nostra Cooperativa: cultura inclusiva, sobrietà energetica, partecipazione dei Soci, responsabilità sociale e civica, cura degli ambienti e sostenibilità. Le emissioni di CO2 sono minimizzate tramite l’autoproduzione di energia elettrica con impianti fotovoltaici e l’utilizzo sempre più intenso di materiali riciclati. Il nuovo punto vendita è il nono negozio realizzato secondo il protocollo «Autism Friendly», nato dalla collaborazione con PizzAut e Alla3 onlus per favorire l’inclusione, nei supermercati, delle persone con disturbi dello spettro autistico. Il progetto, va ricordato, vanta tre patrocini dell’Unione Europea e haconseguito il premio #Smart Retail Awards 2023.

È stato avviato il cantiere progettuale «Sinergia Cooperativa», di cosa si tratta? Esatto, un progetto partito lo scorso anno che ha visto l’avvio del programma «Sinergia Cooperativa» con cui Coop Lombardia e Coop Liguria hanno deciso di collaborare per il conseguimento di un obiettivo comune: ottimizzare le rispettive strutture centrali di sede e l’organizzazione della rete di vendita per migliorarne la qualità e garantirne la sostenibilità nel lungo periodo. La collaborazione tra Coop Lombardia e Coop Liguria intende rispondere alle criticità del contesto economico e sociale degli ultimi anni, affrontandole con un progetto condiviso che mira ad accrescere la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle due Cooperative, cogliendo il meglio dalle due strutture. Le prime funzioni organizzative coinvolte nel progetto sono state l’Amministrazione, la Pianificazione, il Controllo di Gestione, gli Affari Legali e Generali, l’Area Tecnica, Patrimonio e Sviluppo Immobiliare e le Risorse Umane.

Come ha operato la Cooperativa nella gestione delle risorse umane e del costo del lavoro? Il rispetto delle persone, l’equità di trattamento, la formazione e il lavoro di squadra sono gli elementi che guidano la gestione delle risorse umane di Coop Lombardia. Formazione e sviluppo delle persone, in particolare, sono state le principali linee guida che hanno caratterizzato il trascorso esercizio, in cui per molti collaboratori e collaboratrici è stato possibile disegnare e attuare percorsi di crescita fondati sul merito.
Nel corso del 2023 la Cooperativa ha rafforzato l’approccio strategico volto a favorire un ambiente di lavoro inclusivo, in cui le persone sono al centro, attraverso un’azione di pianificazione e sviluppo delle competenze delle collaboratrici e dei collaboratori, una costante attenzione alla gestione delle relazioni interpersonali e un’attività di promozione di una cultura aziendale rispettosa delle specificità dei singoli.
L’obiettivo di trovare un equilibrio di sostenibilità complessiva che tenga conto anche dei servizi erogati passa necessariamente attraverso azioni continue di razionalizzazione e contenimento dei costi affiancata a una politica della gestione delle risorse umane sempre focalizzata sulle persone e sull’efficienza dell’organizzazione e dei processi.

Nuove proposte anche per il Prestito Sociale… La raccolta del Prestito Sociale in Coop Lombardia chiude il 2023 con un saldo complessivo di 935.283 euro, al lordo degli interessi maturati nell’anno per oltre 3 milioni di euro, registrando una contrazione della raccolta di circa 87 milioni di euro. Questo calo potrebbe essere motivato da una probabile minore disponibilità di risparmio del Socio prestatore e da una maggiore attrattiva esercitata da investimenti alternativi a maggiore redditività, quantomeno nominale.
Di fronte a questo contesto, la Cooperativa, attenta e propositiva verso i propri Soci, dopo aver analizzato la situazione e il contesto complessivo di riferimento, ha valutato di articolare un piano di offerta alternativo per il Socio prestatore introducendo importanti novità sulla Raccolta. Due sono state le offerte nel corso dell’anno: la prima con vincolo temporale a 24 mesi e tasso annuo lordo del 2,00%, e la seconda strutturata a 18 mesi e con tasso annuo lordo del 3,00%. Entrambe le offerte di Prestito Sociale Vincolato hanno mantenuto la caratteristica più rilevante del Prestito Sociale, ovvero la totale gratuità di qualsiasi operazione di accesso, di mantenimento e anche di recesso.
L’introduzione del Prestito Sociale Vincolato è stata molto apprezzata dai Soci, che in 9.633 hanno sottoscritto i nuovi piani vincolati per oltre 155 milioni di euro, con un deposito medio di 16 mila euro e un’incidenza pari al 17% del valore complessivo della raccolta di Prestito Sociale. L’apprezzamento per le offerte è testimoniato anche dalla perseverante richiesta di nuove proposte per il nuovo anno e conferma l’affidabilità attribuita alla Cooperativa da parte dei Soci nella gestione di parte dei loro risparmi anche in un orizzonte temporale medio/lungo. L’obbiettivo raggiunto è frutto di un intenso lavoro di strutturazione e di collaborazione tra i diversi ruoli di Cooperativa coinvolti nell’iniziativa, che ha visto gli Uffici Soci dei punti di vendita svolgere un lavoro di grande professionalità e di successo.

La partecipazione dei Soci è stata attiva? L’impegno Sociale di Coop Lombardia è ispirato da sempre alla promozione dei valori della mutualità, della cooperazione e della partecipazione. Attraverso le tematiche della sostenibilità sociale, economica e ambientale, della legalità e della consapevolezza dei consumi, Coop Lombardia svolge il suo ruolo di cooperativa in coerenza con la propria missione, per alimentare una buona economia sul territorio e in favore delle comunità, integrando i progetti sociali con l’attività commerciale caratteristica ed esprimendone il valore a partire dalle filiere del cibo: buono, sicuro, di qualità, etico, sostenibile, conveniente.
La partecipazione attiva dei Soci è uno dei pilastri fondativi di Coop Lombardia che, attraverso i suoi Soci volontari, concretizza la sua missione di impresa sociale rinforzando il patto mutualistico che la lega al territorio. Il patto si rinnova ogni tre anni, attraverso l’elezione dei Comitati Soci di Zona – l’organismo di rappresentanza sociale della Cooperativa – e si rinsalda in occasione delle Assemblee Separate di Bilancio, a cui tutti i Soci sono chiamati a partecipare per sentirsi pienamente coinvolti nella vita sociale della loro cooperativa e per esercitare il loro diritto di voto. Nel 2023, la partecipazione dei Soci alle Assemblee Separate di Bilancio si è realizzata attraverso una modalità «mista» che ha visto la possibilità per il Socio di usufruire del «voto per corrispondenza» in punto vendita – già sperimentato nel periodo del Covid-19 – oppure partecipando in presenza alle assemblee separate organizzate sui territori.
Dopo aver iniziato nel 2021 il percorso formativo dedicato ai 424 componenti dei nuovi Comitati Soci di Zona per presentare loro la Cooperativa e le aree progettuali di lavoro da svolgere insieme ai referenti della Direzione Soci e Comunicazione, l’attività è proseguita nel 2022 e nel 2023, nell’ottica di fornire ai Soci volontari una formazione continua, con un focus particolare sull’ambiente, sul commercio equo-solidale e sul tema della parità di genere e del contrasto alla violenza contro le donne.
(Andrea Pertegato )

 

 

Tag: cooperazione, bilancio, rete di vendita, prestito sociale

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;