Consumi

La campagna Coop: l’acqua del rubinetto è meglio

Campagna_acqua_coop.jpgLe fontanelle di una volta stanno scomparendo dalle città per fortuna rimpiazzate dai chioschi dell’acqua pubblica che invece si moltiplicano. Sono più che raddoppiati in un biennio: dai 354 del 2011 agli 817 di fine 2013. Di queste casette dell’acqua 382 sono in Lombardia, 126 in Piemonte, 134 in Emilia Romagna, 60 in Toscana, 44 in Veneto, 8 in Friuli, 4 in Liguria e una in Puglia.

A favore dell'”acqua del sindaco” si è apertamente schierata anche Coop con la sua campagna “Acqua di casa mia” che, dal 2010, sensibilizza il cittadino a consumare in modo consapevole, riducendo l’emissione di anidride carbonica prodotta dal trasporto della minerale (di cui siamo terzi consumatori al mondo dopo Arabia Saudita e Messico) e diminuendo l’impatto ambientale. Coop invita i cittadini a bere acqua del rubinetto, oppure la minerale ma proveniente dalle fonti più vicine al territorio. Per questo ne ha incrementato il numero nella sua acqua a marchio Coop, alleggerito il pet della bottiglia e operato una serie di altre scelte amiche dell’ambiente.

settembre 2014

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;