Consumi

Il clima impazzito pesa sulle tasche dei consumatori

un vortice di ortofrutta

Il clima è cambiato? Sì, risponde la comunità scientifica, e ci fa paura. Secondo il Rapporto SDGs 2023 dell’Istat, l’anno scorso in Italia il 71% delle persone era preoccupato per i cambiamenti climatici e l’effetto serra. «Sono al secondo posto nella scala dei timori degli italiani, subito dopo l’aumento dei prezzi» conferma Enzo Risso, direttore scientifico dell’istituto di ricerca Ipsos. 

Due fenomeni – prezzi e clima – che non sono affatto slegati, tanto che si parla ormai di inflazione climatica: un altro costo della crisi ambientale che va a gravare direttamente sulle tasche dei consumatori. «Su frutta e verdura si stanno scaricando in maniera diretta le tensioni che derivano dal cambiamento climatico – conferma Claudio Mazzini, responsabile Freschissimi di Coop Italia –. Qualche esempio? A inizio giugno i meloni costavano molto poco, a inizio luglio erano introvabili e carissimi. Ma anche su prodotti una volta ritenuti stabili come patate, carote, cipolle, mele, si assiste a variazioni rapidissime di disponibilità e di prezzi di acquisto. Così il mese di giugno ha visto, sullo stesso mese dell’anno precedente, un’inflazione a due cifre, che in gergo chiamiamo appunto l’inflazione climatica ».

Le gelate primaverili e il continuo susseguirsi di eventi estremi, alluvioni incluse, stanno condizionando in maniera importante la reperibilità di prodotti, di conseguenza, i prezzi all’acquisto per la Gdo. «Come Coop – precisa Mazzini – cerchiamo di “scaricare” solo una parte di questa inflazione alla vendita per non abbattere ulteriormente i consumi e siamo impegnati a contrastare i fenomeni speculativi, riconoscendo invece gli aumenti laddove giustificati».
Il clima infausto, però, si traduce anche in crescenti difficoltà a reperire ortofrutta di buona qualità.

Tag: cambiamente climatici, ortofrutta, prezzi, inflazione, clima

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;