Attualità

La sfida al cambiamento climatico passa per il caffè solidale

Caffe_Fairtrade.jpgIl 13, 14 e 15 maggio 2016 Fairtrade (la più grande organizzazione che gestisce il commercio equo  e solidale) lancia una sfida a livello mondiale per accendere i riflettori sui drammatici problemi del cambiamento climatico.

Gli eventi legati a questo fenomeno sono in crescita e il caffè è una delle coltivazioni più colpite dall’aumento delle temperature e delle piogge, dalle inondazioni e dalla siccità.

Molti produttori hanno già da ora bisogno di adattare le loro pratiche agricole alle nuove condizioni climatiche, altrimenti rischiano di perdere la loro fonte di sostentamento (e noi il nostro caffè di qualità, etico e sostenibile). Fairtrade può essere uno degli strumenti per affrontare il cambiamento climatico, grazie al supporto che offre agli agricoltori, alla loro sussistenza, allo sviluppo sostenibile e alle attività di adattamento.

Ma tutti noi possiamo sostenere la sfida di Faitrade. Come? Il 13, 14 e 15 maggio l’obiettivo da raggiungere è di 100 milioni di tazze di caffè consumate in tutto il mondo. Quindi al bar, al supermercato o al ristorante chiediamo il caffè certificato Fairtrade, oppure organizziamo insieme ai nostri amici una pausa caffè che sia proveniente dal commercio equo certificato Fairtrade. Come il caffè Solidal Coop. Segui la campagna e registra il tuo evento su: www.fairtradechallenge.org.

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;