Attualità

Istat, ad aprile leggera crescita per la fiducia delle famiglie

Carrello_spesa.jpgSecondo i dati forniti proprio oggi dall’Istat le famiglie italiane registrano un indice di fiducia che ad aprile sale leggermente. Un piccolo segno più (fatto 100 il 2005 si passa da 85,3 di marzo a 86,3 di aprile) che però non cancella il fatto sostanziale e cioè che le famiglie restano ancora pesantemente danneggiate dalla crisi.
Basti dire che, sempre secondo l’Istat, il 70% delle famiglie taglia, infatti, le spese anche su generi essenziali come cibo e sanità, mentre cresce la necessità di risparmio negli acquisti quotidiani. Il 62,3% delle famiglie ha fatto acquisti nei «luoghi di distribuzione a prezzi più contenuti e riducendo la quantità e o la qualità dei prodotti», con un aumento del 9% rispetto all’anno precedente. Tra le spese non alimentari sono diminuite quelle dirette verso i beni durevoli e sono state quasi eliminate le spese per visite mediche, analisi cliniche ed esami radiologici.
I giudizi e le attese sulla situazione economica del paese migliorano: i rispettivi saldi passano da -147 a -137 e da -61 a -50 rispettivamente. Quanto alle attese sulla disoccupazione, le opinioni dei consumatori mostrano un aumento della preoccupazione (da 104 a 109 il saldo).
Le valutazioni sulla situazione economica della famiglia migliorano (il saldo passa da -75 a -73 per i giudizi e da -30 a -29 per le attese). Diminuisce il saldo dei giudizi sul bilancio familiare (da -23 a -28). Le opportunità attuali di risparmio e le attese sulle possibilità future sono in calo (da 132 a 121 e da -81 a -90 i rispettivi saldi). Un complesso di dati che, con modesti segni di ripresa, è dunque ancora saldamente orientato verso la prudenza e la preoccupazione..
A livello territoriale, il clima di fiducia in base 2005=100 aumenta nel Nord-ovest nel Centro e nel Mezzogiorno, mentre diminuisce nel Nord-est.
(23/4/2013)

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;