Attualità

In Italia spesa troppo centralizzata. Si decide a Roma per il 90%

Un altro dei problemi da affrontare nel riordino del sistema di welfare italiano è che a fronte di un modello organizzativo complesso e articolato su più soggetti e livelli (dal nazionale al locale), in realtà la spesa è ancora molto centralizzata, nel senso che dipende per oltre il 90% dai livelli nazionali (tra Governo ed enti come Inps, Inail e Inpdap) e solo per meno del 10% dalle istituzioni locali. Dunque, anche qui, dopo anni di discussioni sul federalismo, siamo ancora al punto di partenza. “I Comuni hanno molte funzioni e pochi soldi – spiega Elisabetta Notarnicola del Cergas-Bocconi -. Qui c’è sicuramente un altro aspetto su cui riflettere. Il modello di welfare italiano, con la sua frammentazione, ha sicuramente da recuperare efficienza sul piano organizzativo più che economico”.

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;