Attualità

#CoopforUcraina rilancia per la Festa della mamma

Sos per l'Ucraina

Portare aiuto alle madri in difficoltà a partire da quelle in fuga dal conflitto ucraino nel giorno in cui si festeggia la Festa della mamma. E’ questo lo scopo dell’iniziativa che dal 5 al 11 maggio vede impegnata Coop in tutti i punti vendita aderenti. Per ogni confezione di pannolini per bambini a marchio Coop acquistata, ne sarà donata una alle organizzazioni no profit che in questi mesi si stanno occupando sui territori italiani di accoglienza. Se ci limitiamo all’ambito della guerra in corso ad oggi sono circa 55 mila le donne giunte nel nostro Paese dallo scoppio del conflitto, accompagnate da oltre 37 mila minori. Tra l’85% e il 90% infatti degli arrivi si tratta di donne o bambini.

“Nello smarrimento di chi scappa e nell’immediatezza di chi accoglie, capita a volte di perdere di vista le cose più semplici, che però spesso sono anche le più essenziali. -spiega Maura Latini, Amministratrice Delegata Coop Italia-  I pannolini sono sicuramente tra questi. Certo sappiamo che si tratta di un contributo marginale, ma #Coopforucraina ci ha dimostrato che il numero dei nostri soci e clienti che vogliono dare una mano è davvero significativo, così come lo è stata la loro estrema generosità, così stavolta siamo noi a fare un nuovo passo in più”. Saranno le cooperative ad individuare le organizzazioni no profit beneficiarie, avvalendosi della rete di collaborazione già in essere o attivata per #Coopforucraina nella sua seconda fase. Avviata il 4 marzo a ridosso dello scoppio del conflitto, l’intera campagna ha già raccolto 1.2 milioni di euro a livello nazionale per poi proseguire, da inizi aprile in poi, nella sua seconda fase ad un livello più territoriale, devolvendo quanto raccolto alle associazioni che collaborano con le diverse cooperative del mondo Coop. E ora la festa della mamma che è l’occasione per unire l’attenzione di Coop al mondo femminile  con la necessità di aiutare.

Tag: solidarietà, guerra, pace, festa della mamma

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;