Alimentazione

Legambiente denuncia: “Il Friuli spalanca le porte agli Ogm”

Frutta_OGM.jpg“Il Friuli Venezia Giulia spalanca le porte agli Ogm”, denuncia Legambiente. “Dopo le semine illegali e l’altrettanto illegale raccolto delle piante geneticamente modificate nel mese di ottobre – scrive l’associazione ambientalista in una nota – la Regione propone ora una bozza di documento sulla regolamentazione della coesistenza tra agricoltura tradizionale e geneticamente modificata che, di fatto, apre le porte alla contaminazione e quindi alla diffusione incontrollata degli Ogm in agricoltura, mettendo a rischio tutto il comparto agricolo italiano, finora votato alla qualità, alla tipicità e al biologico”.
Così Legambiente, nell’ambito delle consultazioni lanciate dalla Direzione centrale per le attività produttive e le risorse agricole del Friuli Venezia Giulia sul tema degli Ogm, lancia l’allarme sui possibili e irreversibili danni che la Regione, con la sua inerzia prima e con la sua proposta di regolamento ora, potrebbe arrecare al settore agricolo ma anche all’economia e alla sicurezza alimentare nazionale 

“La giunta Serracchiani – ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza – ha una enorme responsabilità, perché non solo ha permesso che fosse coltivato il mais transgenico non autorizzato ma non è intervenuta nemmeno successivamente applicando le norme nazionali che regolano l’immissione di Ogm. Nulla ha fatto nemmeno per gestire la raccolta di tale mais continuando a trascurare un tema delicatissimo per la sicurezza e l’economia del nostro Paese”. “A completare questo quadro – ha aggiunto il presidente di Legambiente Friuli Venezia Giulia Elia Mioni – la giunta regionale ha presentato ora una proposta di regolamentazione del settore assolutamente debole, che non garantisce affatto la non contaminazione delle produzioni di qualità e delle coltivazioni biologiche, né la sicurezza alimentare dei consumatori”.

Intanto, nel resto del mondo, gli ogm continuano a crescere: sono 170 milioni gli ettari coltivati in tutto il mondo, di cui 69,5 negli Usa.

Sono 170 milioni gli ettari coltivati in tutto il mondo, di cui 69,5 negli Usa. Ma queste produzioni servono a combattere la fame nel mondo? – See more at: https://consumatori.coop.it/index.php/archivio/2013/articoli-mese-corrente/ogm-16-anni-le-aree-coltivate-sono-aumentati-di-100-volte/#sthash.gvl7Tmz0.dpuf
Sono 170 milioni gli ettari coltivati in tutto il mondo, di cui 69,5 negli Usa. Ma queste produzioni servono a combattere la fame nel mondo? – See more at: https://consumatori.coop.it/index.php/archivio/2013/articoli-mese-corrente/ogm-16-anni-le-aree-coltivate-sono-aumentati-di-100-volte/#sthash.gvl7Tmz0.dpuf

13 gennaio 2014 – fonte: legambiente

 

Condividi su

Lascia un commento

Dicci la tua! Scrivi nello spazio qui sotto cosa pensi dell’articolo, la tua opinione è importante per noi.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

Iscriviti alla
newsletter

di Consumatori

Ricevi ogni mese via mail la rivista digitale e le notizie più interessanti

;